Convenzioni per la montagna

 

Convenzioni con enti e istituti di ricerca per l’esercizio delle funzioni del soppresso Ente Italiano della Montagna (EIM) trasferite alla Presidenza del Consiglio dei Ministri

 

Con la soppressione dell'Ente Italiano della Montagna, le funzioni, il personale, le risorse finanziarie, le risorse strumentali e le partecipazioni societarie sono state trasferite al Dipartimento per gli Affari regionali, le autonomie e lo sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Il Capo del Dipartimento, con decreto del 14 ottobre 2014, ha delegato per la firma degli Atti e delle Convenzioni il Coordinatore dell’Ufficio III

Per l'esercizio delle funzioni e la gestione delle risorse trasferite, il Dipartimento, in accordo con quanto previsto dall’art. 15 della legge n. 241 del 7 agosto 1990, ha stipulato convenzioni con enti ed istituzioni di ricerca, in particolare con quelli destinatari del personale ricercatore e tecnologo ex EIM, e con le Università.

Approfondimento normativo (file .pdf)

 

Di seguito, è disponibile in formato .pdf la documentazione relativa agli accordi e convenzioni stipulati dal Dipartimento.

1)  CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE (CNR) 

Accordo quadro triennale del 29 dicembre 2011 per la promozione e divulgazione dell’attività di ricerca, con obiettivi di eccellenza in ambito nazionale e internazionale, per l’ampliamento delle conoscenze nei diversi settori scientifici di competenza. L’Accordo prevede Convenzioni operative con gli Istituti del CNR, su tematiche riguardanti l’analisi e lo studio delle norme che, a vario titolo, investono i territori montani e delle strategie per la montagna nella nuova programmazione 2014-2020 (art. 6, comma 1 dell’Accordo quadro).

2) ISTITUTO SUPERIORE PER LA PROTEZIONE E LA RICERCA AMBIENTALE (ISPRA)  

Convenzione del 14 febbraio 2012 tra il Dipartimento e l’ISPRA per lo svolgimento delle funzioni di competenza del soppresso EIM nel campo dei sistemi informativi territoriali e delle banche dati territoriali.

3)  UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO "BICOCCA" - DIPARTIMENTO DI SCIENZE AMBIENTE E TERRITORIO E SCIENZE DELLA TERRA  

Convenzione del 29 marzo 2012 , rinnovata il 28 dicembre 2015tra il Dipartimento e l’Università degli Studi Milano Bicocca, per lo svolgimento delle funzioni di competenza del soppresso EIM e trasferite al Dipartimento per gli affari regionali nel campo della ricerca relativi ai territori montani ed alla salvaguardia delle loro risorse naturali, con  particolare riferimento allo studio dei cambiamenti climatici e allo studio della criosfera mediante tecniche analitiche.

4)  UNIVERSITA 'DEGLI STUDI DI ROMA TRE - DIPARTIMENTO DI SCIENZE GEOLOGICHE  

Convenzione del 26 novembre 2012: per lo svolgimento delle funzioni trasferite dal soppresso EIM al Dipartimento per gli Affari regionali, nel campo della ricerca sull'ambiente montano attraverso  lo sviluppo di tecnologie e strumenti. 

Convenzione sottoscritta digitalmente dall'Università degli Studi di Roma Tre – Dipartimento di Scienze  in data 25 ottobre 2018 e dal DARA in data 29 ottobre 2018 per lo svolgimento delle funzioni trasferite dal soppresso EIM al Dipartimento per gli Affari regionali nel campo della ricerca sull'ambiente montano finalizzata alla conoscenza e gestione delle problematiche territoriali ed ambientali delle aree di montagna e alta montagna, in particolare per sviluppare applicazioni GIS e webGIS per la gestione, analisi e visualizzazione di dati di varia natura e lo sviluppo ed utilizzo di sensoristica low cost in campo ambientale per la creazione di reti intelligenti in grado di supportare i processi decisionali e di gestione territoriale in ambito montano. Le tematiche su cui troverà applicazione questa metodologia sono quelle dell'inquinamento ambientale, sia naturale che antropico, dell'instabilità dei versanti e del manto nevoso e conseguente rischio valanghe.

Nell'Allegato che segue il testo della Convenzione è descritto il progetto di ricerca "Smart Mountains: sviluppo di sensoristica IoT (Internet of Things) a supporto della valutazione del rischio valanghe e del monitoraggio ambientale", che si propone di definire metodologie ed implementare procedure per la descrizione e modellazione della variabilità spazio/temporale dell’accumulo nevoso e della sua evoluzione stagionale e pluriannuale in ambito glaciale nonché degli aspetti legati alla qualità della neve e dei deflussi idrici derivanti (ad esempio: presenza di inquinanti e loro caratterizzazione).

 

5) UNIVERSITA 'DEGLI STUDI DI MILANO - DIPARTIMENTO DI SCIENZE GEOLOGICHE “A. DESIO”

6) UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI ROMA “LA SAPIENZA” – DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA CIVILE, EDILE E AMBIENTALE (DICEA)

7) UNIVERSITA'DEGLI STUDI DI PERUGIA - Dipartimento di Chimica, Biologia e Biotecnologie (DCBB)

8) UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI ROMA "LA SAPIENZA" - Dipartimento di Scienze della Terra (DST)

9) UNIVERSITA' DEGLI STUDI DEL MOLISE 

10) ISTITUTO DI STUDI SUI SISTEMI REGIONALI FEDERALI E SULLE AUTONOMIE (ISSiRFA)

11) ISTITUTO DI BIOLOGIA AGRO - AMBIENTALE E FORESTALE (IBAF)

12) UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PERUGIA

13) EURAC RESEARCH DI BOLZANO

14) UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO - CRC GESDIMONT – DISAA – POLO UNIMONT - UNIVERSITÀ DELLA MONTAGNA CON SEDE A EDOLO

  

>>> Servizio per le politiche urbane e della montagna, di sviluppo locale e di sostegno alla marginalità territoriale