Legge n. 59 del 1997

La Legge n. 59 del 1997 ha disegnato il processo devolutivo, mantenendo allo Stato, con elencazione tassativa, le funzioni di quei settori di intervento nei quali è necessario garantire uguali diritti e doveri su tutto il territorio nazionale. A tale legge hanno fatto seguito i decreti legislativi di conferimento delle funzioni (d.lgs.n.143/97, d.lgs.n.469/97, d.lgs.n.422/97) tra i quali spicca il decreto legislativo n. 112 del 1998, in quanto fornisce un quadro complessivo della ripartizione delle competenze tra il sistema statale e quello delle autonomie.
L'art. 7 delinea il complesso iter per garantire la partecipazione di tutti i soggetti potenzialmente interessati al processo di decentramento.

Le fasi del processo di trasferimento delle risorse sono:
1. Decreti di individuazione delle risorse;
2. Decreti di ripartizione delle risorse tra le regioni e tra gli enti locali;
3. Decreti di attribuzione delle risorse, all'interno di ciascun ambito regionale, tra regioni ed enti locali.
4. Decreti di monitoraggio per completare l'attuazione ed apportare i correttivi necessari.

I decreti del Presidente del Consiglio dei ministri rappresentano quindi lo strumento che ha reso concretamente operativo il complesso disegno del federalismo amministrativo. I più di 100 provvedimenti realizzati hanno consentito a regioni ed enti locali di esercitare le competenze loro attribuite.