Qual è la composizione numerica degli organi comunali su cui parametrare il calcolo dell’invarianza di spesa?

La composizione dei consigli e delle giunte è disciplinata dall'articolo 16, comma 17, del d.l. n. 138/2011. Tale decreto ha ridotto il numero dei consiglieri e degli assessori previsto dal Tuel, non con effetto immediato, ma a decorrere dal primo rinnovo successivo alla data di entrata in vigore della legge di conversione. Pertanto, allo stato, esistono comuni con una differente composizione numerica, poiché le riduzioni previste dal d.l. n. 138/2011 operano soltanto per quegli Enti che nel frattempo sono andati al voto.
Esigenze di uniformità e di contenimento della spesa favoriscono l'interpretazione in base alla quale tutti i comuni, anche quelli che non sono ancora andati al voto, per assicurare l'invarianza di spesa devono parametrare la rideterminazione degli oneri connessi allo status di amministratori alla minore composizione numerica prevista dall'articolo 16, comma 17, del d.l. n. 138/2011.