Dipartimento per gli Affari Regionali, le Autonomie

Consiglio dei Ministri n. 79: leggi regionali esaminate

venerdì 4 settembre 2015

Nella sezione "banche dati" è disponibile il dettaglio delle Leggi Regionali e delle Province autonome esaminate dal Consiglio dei Ministri del 4 settembre 2015.

 

 

Per le seguenti leggi regionali si è deliberata l’impugnativa: 

  • Legge Regione Friuli Venezia Giulia n. 16 del 10/07/2015, “Integrazioni e modificazioni alla legge regionale 13 marzo 2015, n. 4 (Istituzione del registro regionale per le libere dichiarazioni anticipate di trattamento sanitario (DAT) e disposizioni per favorire la raccolta delle volontà di donazione degli organi e dei tessuti)”, in quanto la legge in oggetto invade la competenza esclusiva dello Stato sia in materia di ordinamento civile di cui all'art. 117, secondo comma, lett. l), della Costituzione, sia in materia di tutela della salute, i cui principi fondamentali sono riservati alla legislazione statale, ai sensi dell’art. 117, terzo comma, Cost.

  • Legge Regione Sicilia n. 12 del 10/07/2015, “Modifiche alla legge regionale 7 maggio 2015, n. 9. Disposizioni in materia di durata delle operazioni di voto per le elezioni comunali e di surrogazione dei consiglieri comunali”, in quanto una disposizione riguardante l’assunzione di personale medico convenzionato si pone  in contrasto con i principi fondamentali in materia di tutela della salute e di ordinamento civile e pertanto presenta profili di incostituzionalità  per violazione degli artt. 9, 117, secondo comma, lettera l), e 117 terzo comma, della Costituzione.

 Per la seguente legge regionale si è deliberata la rinuncia all'impugnativa:

  • Legge della Regione Lombardia del 30/12/2014 n. 35 recante: "Disposizioni per l'attuazione della programmazione economico-finanziaria regionale, ai sensi dell'articolo 9-ter della legge regionale 31 marzo 1978, n. 34 (Norme sulle procedure della programmazione, sul bilancio e sulla contabilità della Regione) - Collegato 2015"

 

Per le seguenti leggi regionali si è deliberata la non impugnativa:

 

  1. Legge Regione Emilia Romagna n. 11 del 16/07/2015 “Norme per l’inclusione sociale di rom e sinti.”.

  2. Legge Regione Lazio n. 10 del 15/07/2015 “Disposizioni urgenti in materia sanitaria”.

  3. Legge Regione Piemonte n. 15 del 13/07/2015 “Modifiche all’articolo 27 della legge regionale 3 maggio 1985, n. 59 (Piano socio-sanitario della regione Piemonte per il triennio 1985-1987)”.
     
  4. Legge Regione Molise n. 13 del 16/07/2015 “Modifiche ed abrogazioni alla legge regionale 11 dicembre 2009, n. 30 (Intervento regionale straordinario volto a rilanciare il settore edilizio, a promuovere le tecniche di bioedilizia e l’utilizzo di fonti di energia alternative e rinnovabili, nonché a sostenere l’edilizia sociale da destinare alle categorie svantaggiate e l’edilizia scolastica) ed alla legge regionale 14 aprile2015, n. 7 (Disposizioni modificative della legge regionale 11 dicembre 2009, n. 30). Abrogazione di articolo della legge regionale 4 maggio 2015, n. 8 (Disposizioni collegate alla manovra di bilancio 2015 in materia di entrate e spese. Modificazioni e integrazioni di leggi regionali)”.
     
  5. Legge Regione Sicilia n. 13 del 10/07/2015 “Norme per favorire il recupero del patrimonio edilizio di base dei centri storici”.
     
  6. Legge Regione Toscana n. 58 del 20/07/2015 “Modifiche alla legge regionale 8 gennaio 2009, n. 1 (Testo unico in materia di organizzazione e ordinamento del personale)”.
     
  7. Legge Provincia Bolzano n. 7 del 14/07/2015 “Partecipazione e inclusione delle persone con disabilità”.
     
  8. Legge Regione Friuli Venezia n. 19 del 17/07/2015 “Disposizioni di riordino e semplificazione in materia di attività produttive   e di risorse agricole e forestali”.
     
  9. Legge Regione Toscana n. 59 del 21/07/2015 “Disciplina dello stemma, del gonfalone, del sigillo e della fascia della Regione Toscana”.
     
  10. Legge Regione Toscana n. 60 del 21/07/2015 “Comitato regionale delle associazioni e delle manifestazioni di rievocazione e ricostruzione storica. Modifiche alla l.r. 5/2012”.