Dipartimento per gli Affari Regionali, le Autonomie

Competenze

                Il Decreto del Ministro per gli affari Regionali e le autonomie 1.9.2016, registrato dalla Corte dei conti in data 26.9.2016, recante norme per la organizzazione e funzionamento del Dipartimento per gli affari regionali e le autonomie, è entrato in vigore dal giorno 31 ottobre 2016, in attuazione del DPCM 7.6.2016, recante modifiche al D.P.C.M. 10 ottobre 2012 concernente Ordinamento delle strutture generali della Presidenza del Consiglio dei Ministri. La è denominata: “Dipartimento per gli affari regionali le autonomie”. A decorrere dal giorno 30 ottobre 2016, l’Ufficio per lo Sport è uscito dalla struttura dipartimentale assumendo una specifica autonomia, come “struttura di supporto al Presidente del Consiglio dei Ministri per l’esercizio delle funzioni in materia di sport”, in attuazione del DPCM 7 giugno 2016. Dal 31 ottobre 2016, la struttura dipartimentale è quindi trasformata e riorganizzata.

 Le funzioni del Dipartimento per gli affari regionali e le autonomie

            Il Dipartimento per gli affari regionali e le autonomie assume il ruolo di struttura di supporto che opera nell'area funzionale dci rapporti dci Governo con il sistema delle autonomie, di cui il Presidente del Consiglio dei Ministri (ovvero l'Autorità politica delegata) si avvale per l'esercizio delle funzioni previste dall'articolo 4 del decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 303, nonché dall'articolo 12 del decreto del Presidente del Consiglio dci Ministri 1 ottobre 2012, come modificato dal decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 7 giugno 2016 e dalle altre disposizioni di legge o di regolamento.

            Il Dipartimento assicura, altresì, le funzioni di segreteria della Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano e nell'esercizio di tali funzioni opera alle dipendenze funzionali e secondo gli indirizzi del presidente della Conferenza, ai sensi dell'art 10, comma 2, del decreto legislativo 28 agosto 1987, n. 281.

            Il Dipartimento è la struttura di cui il Presidente o i Ministri delegati si avvalgono per esercitare le competenze su sistema delle autonomie, federalismo amministrativo e sport. Il DPCM 7 giugno 2016, registrato dalla Corte dei Conti in data 14.6.2016, prevede modifiche all'art. 2 del DPCM 1.10.2012. Con il provvedimento viene modificato l'art 12 e il Dipartimento prenderà il nome di "Dipartimento per gli affari regionali e le autonomie" assumendo, altresì, le funzioni di segreteria della Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano.  L'Ufficio per lo Sport invece, dal giorno 30 ottobre 2016, assumerà autonomia rispetto al Dipartimento e sarà la struttura di supporto al Presidente per l'esercizio delle funzioni in materia di Sport. Le nuove strutture, saranno operative a far data dal giorno 31 ottobre 2016. 

 Il dettaglio delle funzioni e l'articolazione del Dipartimento sono contenuti nei decreti di organizzazione interna:

 

Normativa precedente

 DPCM 15 febbraio 2012

Nota: Dal 21 ottobre 2013, competenze e risorse in materia di turismo  sono passate al Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo. Il passaggio di competenze è stato sancito dalla legge n.71/2013  e attuato con il DPCM del 21 ottobre 2013, registrato alla Corte dei Conti il 21 novembre 2013, e con il DPCM 21 ottobre 2013, registrato alla Corte dei Conti il 26 novembre 2013.

Secondo tale normativa il Dipartimento risultava come la struttura di cui il Presidente del Consiglio, i Ministri o i Sottosegretari delegati si avvalgono ai sensi del dpcm 15 febbraio 2012 per esercitare le competenze in materia di:

     affari regionali autonomie e federalismo amministrativo 

Nota: Dal 21 ottobre 2013, competenze e risorse in materia di turismo, precedentemente affidate al Dipartimento nell'ambito della Presidenza del Consiglio dei Ministri, sono passate al Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo. Il passaggio di competenze è stato sancito dalla legge n.71/2013  e attuato con il dpcm del 21 ottobre 2013, registrato alla Corte dei Conti il 21 novembre 2013, e con il dpcm 21 ottobre 2013, registrato alla Corte dei Conti il 26 novembre 2013.

 Organigramma dei singoli uffici (ai sensi del DM 11.5.2012 e 25 luglio 2012) in vigore fino al giorno 30 ottobre 2016 

 

Le priorità strategiche di indirizzo delle attività del Dipartimento sono contenute nelle Direttive generali per l'azione amministrativa e la gestione dei dipartimenti e uffici del Segretariato generale della Presidenza del consiglio dei Ministri: 

 Anno 2016:

 Anno 2015:

Anno 2014:

 Anno 2013:

 

I progetti di comunicazione del Dipartimento sono contenuti nel Piano di Comunicazione

Anno 2016

Anno 2015:

Anno 2014: