Linee programmatiche Sport

ll Ministro Graziano Delrio ha presentato oggi alla Commissione VII del Senato "Istruzione pubblica, beni culturali, ricerca scientifica, spettacolo e  sport"  le linee programmatiche relative alla delega allo Sport.

In premessa, il Ministro ha sottolineato il valore "culturale, di coesione sociale e integrazione" dello sport. "Questo concetto non è ancora stato acquisito - ha continuato - . Lo sport viene visto molto spesso come elemento residuale o di competenza di alcuni grandi campioni, quindi viene a mancare la consapevolezza di ciò che avviene nella realtà, nella quotidianità delle nostre comunità. Penso al ruolo rilevante che svolgono decine di migliaia di associazioni, ai valori positivi di rispetto di se stessi, collaborazione con gli altri, rispetto delle regole insiti nello sport  che diffondono una cultura differente, completamente condivisibile".

Il programma presentato dal Ministro Delrio riprende quello a suo tempo illustrato dalla Ministra Idem, individuando i punti da ripercorrere e sviluppare.

Quattro i punti cardine dell'intervento:

Il Ministro ha fatto inoltre riferimento a elementi di cronaca recente, e cioè al tema  violenza, intolleranza e razzismo durante le  manifestazioni sportive, e della discriminazione razziale e territoriale:  "Abbiamo avviato una campagna di sensibilizzazione con il Ministro Kyenge contro il razzismo negli stadi, con  l'ausilio della  Lega calcio che  abbiamo visto dare risposte molto dure". Il ministro ha annunciato l'apertura di un tavolo nei prossimi giorni con il Viminale riguardo il tema della violenza sugli stadi, per valutare l'efficacia delle misure sinora adottate.

Il Ministro ha concluso ribadendo la necessità di una sinergia con tutti coloro "che hanno sviluppato una loro via di sostegno alla pratica sportiva", enti locali e associazioni, per provare, nonostante la scarsità di risorse,  "a fare salto di qualità in termini di cultura sportiva e di importanza dello sport nel nostro Paese".