Elezioni fronte della Legalità: intervento del ministro Lanzetta su L'Unità

La lotta alla criminalità organizzata è "il fronte sul quale concentrare tutti gli sforzi, se vogliamo liberare il presente e il futuro dei giovani, soprattutto dei tanti giovani del Meridione, dai condizionamenti che paralizzano lo sviluppo culturale, sociale ed economico". Lo scrive il ministro per gli Affari regionali Maria Carmela Lanzetta in un intervento pubblicato oggi su L'Unità.

"Per farlo sono convinta che occorra un impegno rinnovato e trasversale, che vada oltre il grande sforzo che stanno compiendo con serietà ed impegno ogni giorno la magistratura e le forze dell'ordine, e punti all'educazione nelle scuole, all'informazione, a risvegliare di nuovo un grande movimento civile in Italia. Perché le mafie e la corruzione sono i veri nemici da combattere se vogliamo realizzare a pieno la nostra Costituzione repubblicana, se vogliamo davvero un Paese che porti avanti i principi di uguaglianza, solidarietà e benessere".

"Ma sono fenomeni che non si sconfiggono solo con norme e condanne. Le energie positive e le forze sane della società e della cultura, insieme alla buona politica, devono riprendersi il loro spazio, tornare a far sentire la propria voce, nel dibattito pubblico e nella realtà concreta dove vivono ogni giorno, per difendere le nostre istituzioni democratiche, soprattutto in una fase di difficoltà economica in cui le realtà mafiose sono diventate sempre più forti, insidiose e penetranti", prosegue il Ministro.