Italia semplice: firmato l'accordo tra Governo, Anci, Upi e Regioni.

Definire un'organizzazione della pubblica amministrazione più semplice, meno costosa e in grado di dare risposte ai bisogni delle comunità locali.

Questi sono gli obiettivi siglati oggi in un accordo interistituzionale tra il Governo, rappresentato dai ministri Madia e Lanzetta e dal sottosegretario Rughetti, l'Anci, l'Upi e la Conferenza delle Regioni rappresentate dal sindaco di Torino Piero Fassino, dal presidente della regione Emilia Romagna Vasco Errani e dal presidente della provincia di Terni Feliciano Polli.

Il documento lancia un'alleanza istituzionale per riformare la Pubblica Amministrazione, attraverso la condivisione tra governo e autonomie di punti e obiettivi da raggiungere insieme nei vari livelli e organismi dello Stato.

L'intesa prevede il ripensamento dell'organizzazione delle pubbliche amministrazioni sul territorio e la valorizzazione del capitale umano quale elemento vitale della capacità della PA di dare risposte certe in tempi rapidi.