Ministro Costa: "Ogni legge sia a misura di famiglia"

«Ciascuno di noi, di fronte al richiamo del Papa, che nella sua esortazione apostolica post-sinodale Amoris Laetitia invita a “insistere sui diritti della famiglia, e non solo sui diritti individuali”, è chiamato a fare la propria parte. Come Governo, dobbiamo impegnarci perché ogni norma dell’ordinamento sia concepita a misura di famiglia».

È quanto afferma il Ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, con delega alla Famiglia, Enrico Costa.

«Ciò - aggiunge Costa - comporta un profondo cambio di prospettiva, ma anche di metodo, in una legislazione come la nostra, in cui l’attenzione è posta più sul singolo che sulla famiglia nel suo insieme. Il bene superiore delle famiglie deve diventare il faro, il riferimento centrale di ogni percorso normativo. In quest’ottica, il legislatore deve valutare sempre l’impatto, economico e sociale, dei provvedimenti sui nuclei familiari. Non solo: le norme per le famiglie, pur presenti nel nostro ordinamento ma ancora troppo frammentarie, devono costituire sempre più una rete organica di misure. Le famiglie potranno avere così anche una maggiore consapevolezza dei propri diritti e un migliore accesso ad essi. Questo - io credo - significa davvero proteggere le famiglie e restituire loro la dignità che meritano».

 

 

 

(*) Testo a cura dell'Ufficio Stampa