Comunicati Ministro

BALNEARI:«IN RIORDINO COINVOLGEREMO REGIONI-ENTI LOCALI»

 18/07/2012

«Il Governo avrà cura di coinvolgere le commissioni parlamentari competenti nonchè le regioni e gli enti locali nonchè tutte le categorie interessate nell'iter di adozione del decreto legislativo». Lo ha dichiarato il Ministro rispondendo ad un'interrogazione sulle concessioni demaniali durante il Question Time.

TURISMO: DA GNUDI PATROCINIO MARCHIO QUALITA' A UNIONCAMERE

 17/07/2012

«Si tratta di un progetto di sistema che prevede la collaborazione di tutti i soggetti, Governo, regioni sistema camerale, associazioni di categoria e che può diventare un esempio di best practice anche alla luce del futuro marchio europeo di qualità». Lo ha dichiarato il Ministro a margine della firma del protocollo con Unioncamere sul marchio Qualità

TURISMO: «TUTTI DEVONO CONOSCERE CODICE ETICO»

 12/07/2012

«Una delle cause della crisi che il mondo sta attraversando è la caduta dei principi etici, importanti in tutti i settori come nel turismo». Così il Ministro durante l'assemblea annuale del Comitato Mondiale di Etica del Turismo

TURISMO SOSTENIBILE: IL MINISTRO APRE A ROMA L’XI RIUNIONE DEL COMITATO DI ETICA DEL TURISMO

 12/07/2012

Il Ministro ha aperto l'XI Riunione del Comitato Mondiale di Etica del Turismo che ha il compito di promuovere l'attuazione pratica dei principi contenuti nel Codice Mondiale i Etica del Turismo. «Il turismo si conferma tra le leve principali di crescita economica. L'industria turistica, muove oggi un miliardo di persone l'anno e si calcola che entro il 2020 i flussi di viaggiatori sfioreranno il miliardo e mezzo di persone». lo ha dichiarato il Ministro a margine del Comitato

CALCIO: «CON LEGGE STADI VIA A REALIZZAZIONE IMPIANTI MODERNI E SICURI»

 12/07/2012

«Questo importantissimi provvedimento di iniziativa parlamentare, che ha trovato il mio convinto e concreto appoggio consentirà di avviare a realizzazione nuovi impianti sia per il calcio che per altri sport, senza che ciò produca onere aggiuntivo per la finanza pubblica». Lo dichiara il Ministro commentando l'approvazione in Commissione Cultura della Camera dei Deputati del Disegno di legge sugli Stadi e Palazzetti.

CALCIOMERCATO: «GARA A CHI PAGA DI PIU' FA MALE ALLO SPORT»

 12/07/2012

(AGI/ITALPRESS) Roma - «Non penso che il nostro calcio debba vincere la gara a chi paga di più i campioni, perché questa é una gara che fa male allo sport». Lo ha detto il Ministro ai microfoni di SkySport24 a proposito della fuga dei campioni dal calcio italiano verso altri campionati.

SPORT: «IN ITALIA BISOGNA TORNARE A INVESTIRE IN SCUOLA»

 10/07/2012

«Lo sport è uno strumento fondamentale per l'educazione dei giovani, sia per i valori che ha e trasmette, sia per gli indubbi vantaggi dal punto di vista salutistico. Dobbiamo riportarlo nelle scuole altrimenti avremo dei problemi». Lo dichiara il Ministro in occasione della presentazione del Libro Bianco dello sport Italiano del Coni.

SPENDING REVIEW: «PRESTO LEGGE PER FARE NUOVI STADI»

 09/07/2012

«Stiamo facendo una nuova legge che consentirà di costruire nuovi stadi conformi alle nuove esigenze del calcio:più piccoli, in cui si possa vedere bene la partita e che consenta anche un momento di aggregazione tra sportivi e tifosi». Lo ha dichiarato il Ministro intervenendo alla trasmissione di Tgcom24, "L''intervista della domenica".

SPENDING REVIEW: «LAVOR0 PARTE ORA MA NON SIA UNA TANTUM »

 08/07/2012

«E' un lavoro che inizia ora ma non sarà una tantum, la spending review deve essere una costante di tutte le amministrazioni per i prossimi anni, si inizia ora ma questo monitoraggio di ogni euro speso va fatto sempre, dove si spende del denaro ci deve essere un meccanismo di controllo». Lo ha dichiarato il Ministro intervenendo a 'L'intervista della domenica' su Tgcom24.

EURO2012: NAZIONALE «SECONDO POSTO RISULTATO PIÙ CHE ACCETTABILE»

 08/07/2012

« Il campionato europeo sostanzialmente è il campionato del mondo. Quindi arrivare secondi a un trofeo così importante è un risultato più che accettabile. Penso che tutti i tifosi italiani ci avrebbero messo la firma per arrivare secondi, naturalmente speravamo di vincere ma le risorse erano quelle che erano». Lo dichiara il Ministro in un'intervista al Tgcom24