Consiglio dei Ministri

Consiglio dei Ministri n. 76

Il Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro per gli affari regionali e le autonomie Roberto Calderoli, ha esaminato diciannove leggi regionali e ha quindi deliberato di non impugnare:

  1. la legge della Regione Basilicata n. 7 del 13/02/2024, recante “Interventi in vari ambiti normativi”;
  2. la legge della Regione Basilicata n. 8 del 13/02/2024, recante “Norme per il rilascio del nullaosta all’impiego di sorgenti di radiazioni ionizzanti di categoria B, per le attività comportanti esposizioni a scopo medico e medico veterinario e di ricerca scientifica in vivo e in vitro svolte presso strutture sanitarie”; 
  3. la legge della Regione Liguria n. 1 del 06/02/2024, recante “Testo unico in materia di strutture turistico ricettive e di locazioni brevi”;
  4. la legge della Regione Abruzzo n. 6 del 14/02/2024, recante “Modifiche a leggi regionali e ulteriori disposizioni di carattere normativo e finanziario”;
  5. la legge della Regione Abruzzo n. 7 del 14/02/2024, recante “Disciplina concernente l’esercizio delle funzioni amministrative in materia di persone giuridiche private, ai sensi dell’art. 14 del d.p.r. n. 616 del 24 luglio 1977. Abrogazione l.r. 13/2005 e ulteriori disposizioni”;
  6. la legge della Regione Siciliana n. 4 del 07/02/2024, recante “Obbligatorietà dello screening neonatale per l’atrofia muscolare spinale”;
  7. la legge della Regione Toscana n. 2 del 06/02/2024, recante “Disposizioni in materia di verifica di compatibilità per le strutture residenziali e semiresidenziali ai sensi dell’articolo 8 ter, comma 3, del d.lgs. 502/1992”;
  8. la legge della Regione Toscana n. 3 del 06/02/2024, recante “Interventi del Consiglio regionale per la celebrazione dell’80° Anniversario della Liberazione e per la commemorazione delle vittime delle stragi nazifasciste”;
  9. la legge della Regione Puglia n. 1 del 16/02/2024, recante “Programma di eliminazione del carcinoma del collo dell’utero e delle altre patologie HPV-correlate”.
  10. la legge della Regione Puglia n. 2 del 16/02/2024, recante “Modifiche alla legge regionale 15 luglio 2014, n. 31 (Riordino dell’Istituto zooprofilattico sperimentale di Puglia e Basilicata (IZSPB), in attuazione del decreto legislativo 30 giugno 1993, n. 270, come modificato dal decreto legislativo 28 giugno 2012, n. 106) e disposizioni varie in materia sanitaria”.
  11. la legge della Regione Puglia n. 3 del 16/02/2024, recante “Istituzione della Fondazione della disfida di Barletta”;
  12. la legge della Regione Marche n. 2 del 08/02/2024, recante “Celebrazioni dell’illustre ordine dei Frati Cappuccini quale patrimonio religioso e culturale della regione Marche e del mondo in vista dei Cinquecento anni dalla nascita (1528-2028)”; 
  13. la legge della Regione Puglia n. 6 del 19/02/2024, recante “Modifiche alla legge regionale 30 aprile 2018, n. 16 (Norme per la valorizzazione e la promozione dei prodotti agricoli e agroalimentari a chilometro zero e in materia di vendita diretta dei prodotti agricoli)”;
  14. la legge della Regione Puglia n. 7 del 19/02/2024, recante “Modifiche alla legge regionale 23 marzo 2015, n. 8 (Disciplina della coltivazione, ricerca, raccolta, conservazione e commercializzazione dei tartufi freschi o conservati nel territorio della Regione Puglia. Applicazione della legge 16 dicembre 1985, n. 752, come modificata dalla legge 17 maggio 1991, n. 162 e della legge 30 dicembre 2004, n. 311, articolo 1, comma 109)”; 
  15. la legge della Regione Puglia n. 8 del 19/02/2024, recante “Disposizioni per la tutela e valorizzazione del legno pregiato d’ulivo derivante da espianti a causa del batterio Xylella e delle creazioni artigianali di prodotti a contrassegno Albero d’ulivo secolare e monumentale della Puglia”; 
  16. la legge della Regione Puglia n. 10 del 19/02/2024, recante “Orti di Puglia. Disposizioni in materia di orti urbani, collettivi, didattici e socio-terapeutici e modifiche in materia di governo e uso del territorio”; 
  17. la legge della Regione Puglia n. 11 del 19/02/2024, recante “Modifiche alla legge regionale 18 aprile 2023, n. 7 (Norme per lo sviluppo, la valorizzazione e la tutela dell’artigianato pugliese)”; 
  18. la legge della Regione Toscana n. 6 del 21/02/2024, recante “Misure urgenti a sostegno delle comunità e dei territori della Regione Toscana colpiti dai recenti eventi emergenziali. Modifiche alla l.r. 51/2023”;
  19. la legge della Regione Abruzzo n. 8 del 26/02/2024, recante “Interventi di sostegno alle città murate e alle fortificazioni della Regione Abruzzo”.

Infine, il Consiglio dei ministri ha deliberato di rinunciare in modo totale all’impugnativa della legge della Regione Puglia n. 28 del 07/11/2022, recante “Norme in materia di incentivazione alla transizione energetica”, in quanto la Regione ha apportato modifiche alle disposizioni oggetto di impugnativa che consentono di ritenere superate le censure di illegittimità.

 

 

> Comunicato stampa